buontutto 2011

1 Gennaio 2011 Commenti chiusi

Bird: “vedi Macbird un giorno tutto questo sarà…”

Macbird: ” NOOOOOOOOOOOOOOOO….. STI CAZZI!!!!”

macbird-1

macbird-2

Buontutto 2011 e un abbraccio a tutti i quasi i 30000 contatti che in questi anni hanno visitato il blog (29850 volte sono stato io) anche quando era praticamente chiuso, e poi pure a quelli che in questo natale ho avuto il piacere di riabbracciare e a quelli che avrei voluto farlo, ma purtroppo, non ho potuto!!!


Categorie:Argomenti vari Tag:

conversazione notturna!

19 Dicembre 2010 2 commenti

causa influenza comune ieri sera due liberi pensatori hanno conversato un pochetto…

bird dice: (21:45:57)

ciao

rosellina dice: (21:46:19)

ciaooo come stai?

bird dice: (21:46:36)

un po infuenzato però tutto ok

bird dice: (21:46:45)

:)

rosellina dice: (21:47:02)

anch’io un pò influenzata

bird dice: (21:47:10)

mannaja la pupazza

rosellina dice: (21:47:28)

ci vai a molochio per natale?

bird dice: (21:47:33)

si

bird dice: (21:47:39)

scendo il 24

bird dice: (21:47:42)

tu?

rosellina dice: (21:47:48)

allora ci vediamo?!!

bird dice: (21:48:01)

beh certo

bird dice: (21:48:13)

;)

rosellina dice: (21:48:39)

ogni tanto do una sbirciatina al tuo blog

rosellina dice: (21:48:49)

ma nn lo curi tanto..

bird dice: (21:48:55)

è da molto che non scrivo tanto

bird dice: (21:49:13)

volevo scrivere una cosa su questo mio anno francese

bird dice: (21:49:20)

però è troppo

bird dice: (21:49:32)

lungo

bird dice: (21:49:43)

ed ho lasciato perdere

rosellina dice: (21:50:05)

fallo in più parti

bird dice: (21:50:11)

nooo

bird dice: (21:50:18)

tipo telenevola

bird dice: (21:50:27)

:d

rosellina dice: (21:50:28)

dipende quello che vuoi raccontare

bird dice: (21:50:42)

un po di cose mie

bird dice: (21:51:07)

tipo quelle cose mie depressisime

bird dice: (21:51:17)

che poi la gente mi toglie pure il saluto

bird dice: (21:51:23)

:d

rosellina dice: (21:51:32)

nn è vero tu nn scrivi cose da depresso

bird dice: (21:51:46)

ah no?

bird dice: (21:52:04)

cakkio allora vuol dire che mi deprimo io a leggerle

bird dice: (21:52:08)

che è peggio!

rosellina dice: (21:52:26)

nn so per me nn sono cose da depresso

rosellina dice: (21:52:30)

bird dice: (21:52:33)

sto scherzando

rosellina dice: (21:52:46)

sarà che io nn sono proprio lo specchio della solarità

rosellina dice: (21:52:50)

ah ah ah

bird dice: (21:53:05)

però voglio pubblicare una cosa molto presto

rosellina dice: (21:54:40)

come va la tua vita francese?

rosellina dice: (21:54:47)

ti piace?

bird dice: (21:54:48)

bene bene

bird dice: (21:54:50)

si tanto

rosellina dice: (21:55:05)

riesci a comunicare

bird dice: (21:55:13)

:-S

bird dice: (21:55:24)

certo

rosellina dice: (21:55:36)

bene..

bird dice: (21:55:36)

come tu ben sai io sono un grande comunicatore

bird dice: (21:55:47)

altrimenti sto malissimo

bird dice: (21:55:51)

:d

rosellina dice: (21:56:05)

ma già parlavi il francese?

bird dice: (21:56:10)

pochino

bird dice: (21:56:14)

anzi niente

rosellina dice: (21:58:31)

che stavi facendo???

bird dice: (21:58:39)

quando?

rosellina dice: (21:58:48)

adesso

bird dice: (21:59:08)

mi vuoi mandare a cagare?

rosellina dice: (21:59:18)

no

rosellina dice: (21:59:21)

chiedevo

bird dice: (21:59:27)

stavo leggendo un forum di computergrafica

bird dice: (21:59:42)

sto leggendo

bird dice: (21:59:46)

non so che fare

bird dice: (21:59:53)

perchè non mi va di uscire

bird dice: (22:00:02)

poichè sono influenzato

rosellina dice: (22:00:12)

io cazzeggio con you tube

bird dice: (22:00:20)

ah ok

bird dice: (22:00:31)

il mio video dove suono l’hai visto?

bird dice: (22:00:36)

:d

rosellina dice: (22:00:42)

si si

rosellina dice: (22:00:53)

ma a te vasco rossi piace?

bird dice: (22:01:17)

ma sai che una volta mi ricordo che me l’avevi gia chiesto

bird dice: (22:01:37)

si ci sono alcuni pezzi che mi piacciono

bird dice: (22:01:43)

ma non lo conosco tutto

rosellina dice: (22:02:05)

perchè a me piace

bird dice: (22:02:13)

si si mi ricordo

rosellina dice: (22:02:18)

almeno fino ad un certo punto

rosellina dice: (22:02:27)

gli ulti album fanno cagare

bird dice: (22:02:44)

:d

rosellina dice: (22:04:18)

volevo chiederti, ma tu andrai a vedere da qualche parte dell’europa il tour di the wall

rosellina dice: (22:04:31)

io ci voglio andare

rosellina dice: (22:04:43)

a milano hanno aggiunto un’altra data

rosellina dice: (22:04:59)

a luglio credo, fra nn vuole venire

rosellina dice: (22:05:10)

se tu ci vuoi andare io vengo con te

bird dice: (22:05:12)

ma come?perchè?

bird dice: (22:05:16)

ok

bird dice: (22:05:19)

ma dove?

rosellina dice: (22:05:41)

perche abbiamo già visto the dark side …

bird dice: (22:05:54)

eh vabbè che c’entra…

rosellina dice: (22:05:55)

ma il tour è in tutta europa

bird dice: (22:05:59)

quello era un’altra cosa

rosellina dice: (22:06:09)

quasi ovunque tutto esaurito

bird dice: (22:06:15)

eh immagino

rosellina dice: (22:06:42)

ho visto qualche giorno fa sul sito della ticket one

rosellina dice: (22:06:59)

che  milano hanno aggiunto un’altra data

bird dice: (22:07:07)

ma quand’è a milano?

rosellina dice: (22:07:11)

se nn ricordo male a luglio

rosellina dice: (22:07:32)

la terza data le altre due date

rosellina dice: (22:07:45)

tutto esaurito in due gioni

rosellina dice: (22:08:20)

allora ????

rosellina dice: (22:08:25)

che ne dici???

bird dice: (22:08:35)

si puo fareeee

bird dice: (22:08:50)

ma dobbiamo prendere i biglietti presto

rosellina dice: (22:09:07)

e che bisogna comprare i biglietti adesso se troviamo qualcosa

rosellina dice: (22:09:28)

a molochio possiamo collegarci

rosellina dice: (22:09:36)

e comprarl

bird dice: (22:09:36)

certo!

rosellina dice: (22:09:43)

se li troviamo

bird dice: (22:09:45)

perchè ci hanno isolato?

rosellina dice: (22:10:01)

in che senso?

rosellina dice: (22:10:09)

chi ?

bird dice: (22:10:09)

no niente…

bird dice: (22:11:01)

ma voi quando tornate a molochio?

rosellina dice: (22:11:14)

il 24

bird dice: (22:11:24)

ah ok

rosellina dice: (22:11:29)

ma stiamo poco

bird dice: (22:11:35)

ho capito

rosellina dice: (22:11:37)

perchè fra a poche ferie

bird dice: (22:11:51)

ripartite il 25 dopo pranzo

rosellina dice: (22:12:05)

no

bird dice: (22:12:11)

era una battuta

rosellina dice: (22:12:13)

dai rimaniamo fino al 28

rosellina dice: (22:12:19)

ho capito

bird dice: (22:12:20)

miii

rosellina dice: (22:12:21)

AHAH

bird dice: (22:12:22)

cosi tanto

bird dice: (22:12:28)

:d

rosellina dice: (22:12:33)

tu quanto ti fermi?

bird dice: (22:12:38)

non so

bird dice: (22:13:13)

spero fino a capodanno ma non sono sicuro

rosellina dice: (22:13:44)

ho capito

rosellina dice: (22:14:03)

sei contento di tornare in terra calabra?

bird dice: (22:14:09)

si

bird dice: (22:14:16)

:d

bird dice: (22:14:25)

perchè non dovrei esserlo

rosellina dice: (22:14:36)

no chiedo

bird dice: (22:14:43)

;)

bird dice: (22:14:59)

cosi vedo te

rosellina dice: (22:15:10)

che onore

bird dice: (22:15:10)

:-o

rosellina dice: (22:15:44)

a proposito di pink

rosellina dice: (22:15:59)

io per adesso sto ascoltando the final cut

bird dice: (22:16:26)

fantasticoooooooooooo

rosellina dice: (22:16:32)

meraviglioso

rosellina dice: (22:16:48)

nn so perchè ma nn l’avevo mai ascoltato

bird dice: (22:17:46)

è un disco che secondo me chiude una trilogia

bird dice: (22:17:49)

importante

bird dice: (22:18:11)

e tutte tre hanno più senso se vengono legati l’uno con l’altro

bird dice: (22:18:22)

animals-the wall- the final cut

bird dice: (22:18:37)

boh chiedi un po a fra

bird dice: (22:18:42)

che ne pensa

rosellina dice: (22:18:42)

i miei album preferiti

bird dice: (22:18:46)

yeeeeeeeeee

bird dice: (22:18:50)

anche i mieiiiii

bird dice: (22:18:58)

animals soprattutto

rosellina dice: (22:19:16)

è il mio preferito

rosellina dice: (22:19:23)

sempre è

rosellina dice: (22:19:43)

un album su cui torno sempre

bird dice: (22:19:58)

io quand’ho bisogno

bird dice: (22:20:03)

no sempre

bird dice: (22:20:23)

the wall però per me ad esmpio  è stato molto importante

bird dice: (22:20:37)

ogni volta che lo ascolto

bird dice: (22:20:53)

mi ricorda il mio periodo francese più tranquillo

bird dice: (22:21:03)

stranamente mi da serenità

bird dice: (22:21:07)

stranissimo

rosellina dice: (22:21:26)

fra mi dice di dirti

rosellina dice: (22:21:45)

che per lui i pink finisco prima di the dark side..

bird dice: (22:22:07)

digli che è il solito egocentrico!

bird dice: (22:22:28)

e che questo conferma tutto quello che io ho sempre pensato di lui…

rosellina dice: (22:22:37)

cioe???

bird dice: (22:23:11)

che come amante degli animali è il mio preferito nel mondo

bird dice: (22:23:30)

ma come intenditore di musica mi fa cagare

rosellina dice: (22:23:41)

quoto

bird dice: (22:23:46)

:d

rosellina dice: (22:24:21)

pensa che nn conosce nemmeno una canzone dei metallica

bird dice: (22:24:30)

pure io

rosellina dice: (22:24:31)

ah ah ah

bird dice: (22:24:35)

:$

rosellina dice: (22:25:01)

per la precisione la canzone dei metalicca conosciuta da tutti

rosellina dice: (22:25:26)

nothing else matters

bird dice: (22:25:27)

io fino a pochi anni fa pensavo che fossero un gruppo di grafici che disegnano magliette

rosellina dice: (22:25:36)

ah ah ah

bird dice: (22:25:54)

ti giuro non conosco niente dei metallica

bird dice: (22:25:57)

zero

bird dice: (22:26:05)

quesa però la conosco

rosellina dice: (22:26:15)

basta nn ci parlo più con te

bird dice: (22:26:20)

digli a fra

bird dice: (22:26:30)

che rettifico

bird dice: (22:26:39)

quello che penso su di lui

bird dice: (22:27:05)

come amante degli animali resta il mio prferto nel mondo

rosellina dice: (22:27:16)

a proposito

rosellina dice: (22:27:25)

abbiamo una gattina rossa

rosellina dice: (22:27:31)

si chiama kiki

bird dice: (22:27:35)

ma come intenditore musicale un po lo digerisco

bird dice: (22:27:44)

e che vuoi?

rosellina dice: (22:27:52)

niente

rosellina dice: (22:27:55)

comunicare

bird dice: (22:28:05)

ahhh

bird dice: (22:28:08)

allora va bene

rosellina dice: (22:28:30)

cmq a me i pink piacciono tutti

bird dice: (22:28:40)

tutti tutti tutti?

bird dice: (22:29:33)

beh questo conferma quello che penso e ho sempre pensato di te…

rosellina dice: (22:29:55)

cioè

rosellina dice: (22:29:59)

???

bird dice: (22:30:30)

che come intenditrice di musica sei la mia preferita nell’universo

bird dice: (22:30:44)

ma come fotografa mi fai cagare…

rosellina dice: (22:31:11)

ma tu nn hai mai visto le mie foto

bird dice: (22:31:19)

è vero!

bird dice: (22:31:28)

le devo vedere prima di parlare

rosellina dice: (22:31:32)

tu scatti???

bird dice: (22:31:32)

hai ragione

bird dice: (22:31:44)

rettifico quello che penso su di te…

bird dice: (22:32:12)

come intenditrice di musica rimani la mia preferita nel universo

rosellina dice: (22:32:25)

grazie cmq

bird dice: (22:32:28)

ma come scatti le foto sono sicuro che mi farai cagare

bird dice: (22:32:35)

:d

rosellina dice: (22:32:57)

nn è vero

rosellina dice: (22:33:06)

ho grosse potenzialità

bird dice: (22:33:08)

hai ragione non è vero

bird dice: (22:33:17)

le devo vedere

rosellina dice: (22:33:34)

tu scatti?

rosellina dice: (22:33:46)

pensa che mi volevo scrivere su flickr

bird dice: (22:33:46)

diciamo che rimani la mia preferita nell’universo come intenditrice di musica

rosellina dice: (22:34:04)

ho un sacco di progetti per il nuovo anno

bird dice: (22:34:08)

ma dai

bird dice: (22:34:13)

io pure

bird dice: (22:34:20)

di che tipo?

bird dice: (22:34:28)

non mi dire che ti sposi?

rosellina dice: (22:34:34)

diventare brava a fare foto

rosellina dice: (22:34:39)

innanzi tutto

bird dice: (22:34:41)

;)

rosellina dice: (22:34:55)

scrivere la mia tesi di laurea

bird dice: (22:35:00)

bello

rosellina dice: (22:35:09)

secondo punto

rosellina dice: (22:35:17)

cosi nn ci penso più

rosellina dice: (22:35:25)

leggere tanti libri

bird dice: (22:35:27)

;)

rosellina dice: (22:35:33)

ascoltare tanta musica

rosellina dice: (22:35:40)

andare tanto al cinema

rosellina dice: (22:35:50)

e nn sposarmi

rosellina dice: (22:35:56)

ah ah ah

bird dice: (22:35:59)

ah ok!

rosellina dice: (22:36:19)

tu?

bird dice: (22:36:28)

:d

rosellina dice: (22:36:30)

che progetti hai?

bird dice: (22:37:09)

te li dirò dopo aver visto le tue foto…

bird dice: (22:37:15)

se ne vale la pena…

rosellina dice: (22:37:22)

ah ah ah

rosellina dice: (22:37:32)

rispondi

bird dice: (22:37:36)

(h)

rosellina dice: (22:37:42)

ma tu fai foto???

bird dice: (22:37:49)

certo

bird dice: (22:38:15)

:p

rosellina dice: (22:38:46)

e sei bravo?

bird dice: (22:38:59)

purtroppo si

bird dice: (22:39:12)

:d

rosellina dice: (22:39:13)

anche modesto

rosellina dice: (22:39:18)

oserei dire

bird dice: (22:39:33)

infatti come fotografo sono il mio preferito nel mondo

bird dice: (22:39:41)

:d

rosellina dice: (22:39:43)

ok

bird dice: (22:39:50)

sto scherzando

rosellina dice: (22:39:55)

a natale voglio vedere le tue foto

bird dice: (22:40:04)

seeee proprio a natale

bird dice: (22:40:13)

facciamo a s.stefano

rosellina dice: (22:40:32)

va bene anche santo stefano

bird dice: (22:40:36)

ok

rosellina dice: (22:41:10)

se nn sei a molochio

bird dice: (22:41:20)

in che senso?

rosellina dice: (22:41:22)

che programmi hai per capodanno

bird dice: (22:41:30)

;)

bird dice: (22:41:38)

non te lo posso dire…

rosellina dice: (22:41:52)

che palle che sei

bird dice: (22:41:59)

:d

rosellina dice: (22:42:04)

io nn prlo con nessuno a me puoi dire tutto

bird dice: (22:42:12)

vero?

bird dice: (22:42:15)

ok

rosellina dice: (22:42:23)

certo

bird dice: (22:42:36)

dimmi cosa vuoi sapere ti dirò tutta la mia vita

bird dice: (22:42:45)

forza spara

rosellina dice: (22:42:53)

quello che ti senti di dirmi

bird dice: (22:43:02)

ok

rosellina dice: (22:43:08)

nn è la mia curiosità che devo saziare

bird dice: (22:43:08)

sono nato

bird dice: (22:43:22)

a dicembre

bird dice: (22:43:27)

del 1978

rosellina dice: (22:43:32)

quanto piuttosto essere il contenitore dei tuoi pensieri

rosellina dice: (22:43:39)

e scusami se è poco

bird dice: (22:43:41)

a dicembre come te

bird dice: (22:44:00)

ah proposito ti ricordo che non mi hai fatto gli auguri

bird dice: (22:44:18)

oh sei come il big che me li farà a luglio

rosellina dice: (22:44:22)

nemmeno tu

bird dice: (22:44:25)

oppure a marzo

bird dice: (22:44:36)

che c’entra io sono più piccolo

bird dice: (22:44:38)

di te

bird dice: (22:44:43)

non vale

rosellina dice: (22:44:47)

che vuol dire

rosellina dice: (22:44:56)

sei nao il 10

rosellina dice: (22:45:01)

nato

bird dice: (22:45:02)

no

bird dice: (22:45:08)

tu sei nata il 12

rosellina dice: (22:45:10)

adesso me lo scrivo

bird dice: (22:45:18)

francesco

bird dice: (22:45:20)

il 6

bird dice: (22:45:26)

pino il 9

rosellina dice: (22:45:26)

cosi l’anno prossimo ti faro gli auguri

bird dice: (22:45:29)

ok

rosellina dice: (22:45:31)

fr IL 3

bird dice: (22:45:39)

3+3

bird dice: (22:45:43)

fa sei

rosellina dice: (22:45:48)

PINO IL 16

bird dice: (22:45:52)

seeee

bird dice: (22:45:55)

sti cazzi

bird dice: (22:46:00)

il 16 sono nato io

rosellina dice: (22:46:01)

NO ASP

bird dice: (22:46:06)

il 19

rosellina dice: (22:46:09)

NN ricordo

bird dice: (22:46:10)

pino

bird dice: (22:46:14)

il 19

rosellina dice: (22:46:18)

il 19 vero

rosellina dice: (22:46:40)

tu sei nato il 16?

bird dice: (22:46:45)

si

rosellina dice: (22:46:48)

perchè io mi ricordo il 10

bird dice: (22:46:57)

eh comunque

bird dice: (22:47:09)

non mi hai fatto gli auguri nemmeno il 10

bird dice: (22:47:18)

quindi lasciamo stare

rosellina dice: (22:47:30)

allora dimmelo

rosellina dice: (22:47:43)

così l’anno prossimo me ne ricorderò

bird dice: (22:47:54)

per stsera direi che può bastare sai già troppe cose

bird dice: (22:47:59)

di me

rosellina dice: (22:48:05)

ah ah ah

rosellina dice: (22:48:13)

nn voglio sapere niente

rosellina dice: (22:48:19)

nn mi raccontare niente

bird dice: (22:48:37)

hai visto tutte cosi siete le donne

rosellina dice: (22:48:56)

in che senso?

bird dice: (22:49:05)

nel senso che siete tutte cosi

rosellina dice: (22:49:22)

tutte cos’ nn vuol dire niente

bird dice: (22:49:29)

appunto!

rosellina dice: (22:49:39)

il tutto nn si può conoscere

bird dice: (22:49:44)

seeee

rosellina dice: (22:49:50)

si si

bird dice: (22:49:57)

il tutto…

bird dice: (22:50:11)

infatti sei proprio tu che volevi cnoscere tutto di me

rosellina dice: (22:50:22)

solo attraverso il particolare posso parlare dell’universale

bird dice: (22:50:27)

yeeeeeeee

bird dice: (22:50:33)

fantastica questa

rosellina dice: (22:50:38)

io volevo conoscere te nn tutti gli uomini

bird dice: (22:50:49)

e ti pare poco!

rosellina dice: (22:50:51)

tu pretendi di conoscre turre le donne

bird dice: (22:51:03)

sei troppo ambiziosa biricchina

bird dice: (22:51:06)

no

rosellina dice: (22:51:14)

ah ah

rosellina dice: (22:51:28)

cmq

rosellina dice: (22:51:41)

mi piacerebbe avere qui un amico come te

bird dice: (22:51:54)

perchè?

rosellina dice: (22:51:58)

potrei invitarti a cena

bird dice: (22:52:03)

certo

rosellina dice: (22:52:08)

chiacchierare di cose interessanti

bird dice: (22:52:18)

mizzica

bird dice: (22:52:21)

grazie

rosellina dice: (22:52:23)

offrirti del buon vino

bird dice: (22:52:28)

basta

bird dice: (22:52:32)

ro

rosellina dice: (22:52:38)

perchè

bird dice: (22:52:41)

anzi no

bird dice: (22:52:43)

continua

rosellina dice: (22:52:59)

basta

bird dice: (22:53:06)

ok

rosellina dice: (22:53:11)

e finito il flusso di pensieri

rosellina dice: (22:53:15)

è

bird dice: (22:53:21)

vero?

bird dice: (22:53:32)

mizzica proprio ora che stao per iniziare

rosellina dice: (22:53:58)

che dicono le tue letture

rosellina dice: (22:54:05)

di computergrafica

rosellina dice: (22:54:12)

trovi trucchi

rosellina dice: (22:54:18)

per modificare

bird dice: (22:54:19)

si un po si

rosellina dice: (22:54:28)

le tue tristi

rosellina dice: (22:54:30)

foto

rosellina dice: (22:54:34)

AH AH AH

bird dice: (22:54:51)

perchè dici che le mie foto sono tristi?

rosellina dice: (22:54:58)

ah ah

rosellina dice: (22:55:16)

perchè tu hai detto che le mie fanno cagare

bird dice: (22:55:24)

non è la stessa cosa

rosellina dice: (22:55:28)

senza averle viste

rosellina dice: (22:55:39)

ed io dico lo stesso delle tue

rosellina dice: (22:55:42)

ah ah

bird dice: (22:55:43)

non è la stessa cosa

rosellina dice: (22:55:50)

cioè

bird dice: (22:56:02)

hai detto che sono tristi no che fanno cagare

rosellina dice: (22:56:21)

tristi

rosellina dice: (22:56:30)

nn nel senso di triste

bird dice: (22:56:36)

si tristi

rosellina dice: (22:56:41)

come stato d’animo

bird dice: (22:56:41)

plurale

bird dice: (22:56:45)

non lo so

rosellina dice: (22:56:50)

tristi

bird dice: (22:56:52)

questo me lo devi dire tu

rosellina dice: (22:56:58)

nn come stato d’animo

rosellina dice: (22:57:11)

ma come modalità esistenziale

bird dice: (22:57:25)

uhmm ok…

bird dice: (22:57:39)

la conosci la teoria dell’eufhlung

bird dice: (22:58:06)

ammetto di non sapere se effettivamente si scriva cosi

bird dice: (22:58:15)

è tedesco

bird dice: (22:58:56)

non guardare su google

rosellina dice: (22:59:13)

come hai capito

rosellina dice: (22:59:28)

ah ah

bird dice: (22:59:33)

:d

bird dice: (22:59:42)

perchè sei una donna

bird dice: (22:59:47)

:d

bird dice: (23:00:09)

comunque non la conosci…

bird dice: (23:00:13)

non è grave

rosellina dice: (23:00:15)

no

bird dice: (23:00:30)

so come si scrive

bird dice: (23:00:39)

lo scritta in maniera sbagliata

bird dice: (23:00:52)

per far si che tu non la trovassi su google

bird dice: (23:00:58)

:d

rosellina dice: (23:01:16)

io la troverò cmq parlami di questa teoria

bird dice: (23:01:38)

si ok però prima della modlità esistenziale

rosellina dice: (23:03:04)

intanto “tristi” era così

rosellina dice: (23:03:12)

per dire nn ero seria

rosellina dice: (23:03:19)

nn ho mai visto una tua foto

bird dice: (23:03:40)

ok

bird dice: (23:04:03)

però perchè hai detto tristi e non cagare…

rosellina dice: (23:04:44)

sel senso di :”che tristezza”

rosellina dice: (23:05:05)

per colpirti

bird dice: (23:05:17)

:d

rosellina dice: (23:05:19)

perchè è peggio essere tristi che fare cagare

rosellina dice: (23:05:22)

AH ah ah

rosellina dice: (23:05:31)

dopo tutto sono una donna

bird dice: (23:05:31)

dici…

bird dice: (23:05:41)

ok

bird dice: (23:05:44)

mi basta!

rosellina dice: (23:06:03)

tu perchè dici che le mie foto fanno cagare?

bird dice: (23:06:27)

perchè non penso che siano tristi

rosellina dice: (23:06:44)

ma se ne le hai viste

rosellina dice: (23:06:56)

ho letto della teoria

bird dice: (23:07:02)

si che le ho viste

bird dice: (23:07:05)

ah si?

rosellina dice: (23:07:08)

se sei interessato a queste tematiche

bird dice: (23:07:11)

bello

bird dice: (23:07:17)

quindi che mi dici

rosellina dice: (23:07:40)

ti consiglio un bel saggio

bird dice: (23:07:48)

vai

rosellina dice: (23:08:07)

“sogno arte e fantasia”

rosellina dice: (23:08:11)

hanna segal

bird dice: (23:08:19)

ok

rosellina dice: (23:08:19)

nn so se si scrive così

rosellina dice: (23:08:23)

il cognome

rosellina dice: (23:08:26)

controlla

bird dice: (23:08:28)

:d

bird dice: (23:08:33)

no mi fido

rosellina dice: (23:08:43)

fai male

bird dice: (23:08:47)

lo so

bird dice: (23:09:02)

ma non con te

bird dice: (23:09:13)

di te mi fiso

bird dice: (23:09:17)

fido

rosellina dice: (23:09:33)

e poi visto che ti piace tanto la usica

rosellina dice: (23:09:35)

musica

bird dice: (23:09:45)

non mi piace la musica

rosellina dice: (23:09:53)

“il pensiero del cuore”

bird dice: (23:09:57)

non ne posso fare a meno

rosellina dice: (23:10:01)

di denis gaita

bird dice: (23:10:08)

ma non posso dire che mi piace

rosellina dice: (23:10:08)

se vuoi si

bird dice: (23:10:29)

no

rosellina dice: (23:10:36)

diciamo che ne hai bisogno

bird dice: (23:10:39)

l’hai visto il film

rosellina dice: (23:10:44)

quale

bird dice: (23:10:45)

si esatto

bird dice: (23:10:49)

ne ho bidogno

bird dice: (23:10:53)

bisogno

bird dice: (23:10:59)

dannta tastiera

rosellina dice: (23:11:43)

quale film

rosellina dice: (23:11:55)

?

bird dice: (23:12:14)

nirvana salvadores

rosellina dice: (23:12:28)

non lo conosco

rosellina dice: (23:12:39)

ah si

rosellina dice: (23:12:48)

l’ho visto tanti anni fa

rosellina dice: (23:13:01)

ma nn ricordo

rosellina dice: (23:13:12)

il più bel film che parla di musica

rosellina dice: (23:13:34)

per me è amadeus di milos forman

bird dice: (23:14:26)

cavolo una sera l’ho visto in francese

bird dice: (23:14:34)

con alcuni amici miei

bird dice: (23:14:43)

ma non ci ho capito tanto…

rosellina dice: (23:15:13)

è sulla vita di mozart

rosellina dice: (23:15:23)

io nn conoscevo nulla di lui

bird dice: (23:15:26)

si si

rosellina dice: (23:15:29)

ne sono rimasta folgorata

bird dice: (23:15:39)

e ora la sua musica ti piace?

rosellina dice: (23:15:47)

si

bird dice: (23:15:49)

sai che mi succede

bird dice: (23:15:52)

delle volte

bird dice: (23:16:20)

tu sai benissimo che adoro le biografie degli artisti in generale

bird dice: (23:16:50)

eh dopo che leggo le loro vite mi ci appassiono di più alla loro arte

bird dice: (23:17:04)

per esempio l’hai letto lettere a theo

bird dice: (23:17:08)

di van gogh

rosellina dice: (23:17:24)

no

bird dice: (23:17:33)

te l’ho consiglio

bird dice: (23:17:40)

se mi posso permettere

bird dice: (23:17:52)

e dopo che l’ho letto

rosellina dice: (23:17:52)

lo leggerò

rosellina dice: (23:17:58)

domani lo compro

bird dice: (23:18:02)

i quadri di van gogh

bird dice: (23:18:18)

penso che siano fantastici

bird dice: (23:18:36)

ne ho visti alcuni l’iverno

bird dice: (23:19:18)

passato in una mostra temporanea a montecarlo

bird dice: (23:19:39)

e dentro quei quadri  rivedevo quei pensieri

bird dice: (23:20:14)

e questo per esempio mi succede soprattutto con tanti musicisti

bird dice: (23:20:19)

che ne so

bird dice: (23:20:22)

faber,

bird dice: (23:20:29)

bird

bird dice: (23:20:32)

miles

bird dice: (23:20:37)

mingus

bird dice: (23:20:41)

coltrane

bird dice: (23:21:11)

si insomma tutti di quelli che ho letto le loro vite

rosellina dice: (23:21:38)

è evro

rosellina dice: (23:21:41)

vero

bird dice: (23:21:45)

:d

rosellina dice: (23:22:00)

un modo per avvicinarsi alla persona oltre che all’artista

bird dice: (23:22:18)

no forse proprio all’essenza dell’arte

bird dice: (23:22:22)

stessa

rosellina dice: (23:22:34)

questo nn so

bird dice: (23:22:41)

boh… non so

rosellina dice: (23:22:46)

nel senso

bird dice: (23:22:48)

stavo guardando le fot

bird dice: (23:22:50)

o

rosellina dice: (23:23:01)

che forse l’arte dovrebbe

bird dice: (23:23:17)

sapresti dire qual’è la foto a cui tieni di più?

rosellina dice: (23:23:19)

esprimere qualcosa che va al di là del soggettivo

rosellina dice: (23:23:35)

per rinascere soggettivo

rosellina dice: (23:23:45)

in chi ne gode

rosellina dice: (23:24:00)

bohhhh

rosellina dice: (23:24:01)

nn so

bird dice: (23:24:11)

io si

rosellina dice: (23:24:26)

a me capita cmq di avvicinarmi ad un artista

rosellina dice: (23:24:53)

dopo che ne conosco un pò la vita

bird dice: (23:25:28)

ah me succede il contrario

rosellina dice: (23:25:30)

ho visto la mostra su de andrè

rosellina dice: (23:25:34)

bella

bird dice: (23:25:37)

grande

rosellina dice: (23:25:37)

molto

bird dice: (23:25:39)

faber

bird dice: (23:25:48)

sai che sono stato al cimitero di stegliano

bird dice: (23:25:57)

a genova

bird dice: (23:26:06)

avevo due gigli

bird dice: (23:26:17)

uno per lui e l’altro per la mia nanda

bird dice: (23:26:47)

le devo molto

bird dice: (23:27:00)

fernanda pivano

rosellina dice: (23:27:11)

nn subito

rosellina dice: (23:27:16)

ma avevo capito

rosellina dice: (23:28:06)

di de andrè ho letto

rosellina dice: (23:28:18)

alla mostra ho comprato un bel libro

bird dice: (23:28:34)

de andrè è tutto nelle sue canzoni

bird dice: (23:28:50)

e la sua grandezza è imbarazzante!!!

rosellina dice: (23:29:04)

un genio

rosellina dice: (23:29:16)

semplicemente un genio

bird dice: (23:29:52)

io mi sono persino a vedere la tomba

bird dice: (23:29:58)

emozionato

bird dice: (23:30:33)

persino genova è emozionante

bird dice: (23:30:36)

per lui

bird dice: (23:30:59)

ho un mio amico di genova che fa il poliziotto

bird dice: (23:31:23)

e con quanto amore ne parla

bird dice: (23:32:01)

macbird ha messo de andrè

bird dice: (23:32:22)

è fantastcio il mac

bird dice: (23:32:25)

:d

rosellina dice: (23:32:45)

è vero

rosellina dice: (23:32:59)

anch’io ho un mac

rosellina dice: (23:33:02)

basta

bird dice: (23:33:08)

basta

rosellina dice: (23:33:12)

windows

bird dice: (23:33:34)

cmq la più bella foto l’ho fatta l’anno scorso a st. tropez

bird dice: (23:33:37)

di inverno

bird dice: (23:33:46)

era il 13 di dicembre

bird dice: (23:33:56)

e c’era un freddo assurdo

bird dice: (23:34:43)

ed io ho fatto una foto in una via interna a st.tropez ad una donna anziana che vendeva souvenirs di bridgitte bardot

bird dice: (23:34:50)

per strada

bird dice: (23:35:00)

in bianco e nero

bird dice: (23:35:09)

è la mia foto migliore

rosellina dice: (23:35:25)

ma sei su flickr?

bird dice: (23:35:31)

no

bird dice: (23:35:46)

mi sono cancellato persino da facebook

rosellina dice: (23:35:59)

io su facebook

rosellina dice: (23:36:03)

nn ci sono mai stat

bird dice: (23:36:17)

;)

rosellina dice: (23:36:18)

una mia amica è su flickr

rosellina dice: (23:36:33)

dice  che per lei è statpo utile

bird dice: (23:36:40)

io l’avevo fatto per acchiappare una fille à nice

bird dice: (23:36:46)

si

bird dice: (23:36:52)

non lo conosco

rosellina dice: (23:37:28)

e un social network

rosellina dice: (23:37:32)

è

rosellina dice: (23:37:56)

metti le tue foto

rosellina dice: (23:38:06)

gli altri le commentano

bird dice: (23:38:10)

seee mai!

rosellina dice: (23:38:21)

perchè

rosellina dice: (23:38:24)

??

rosellina dice: (23:38:34)

può  essre utile

bird dice: (23:38:40)

non me ne frega niente dei social network

rosellina dice: (23:38:43)

nessuno ti dirà che fanno cagare

bird dice: (23:38:49)

ahahahahaha

bird dice: (23:38:53)

mai dire mai

rosellina dice: (23:39:19)

la nostra vita è un social network

bird dice: (23:39:30)

la mia e la tua dici?

rosellina dice: (23:39:43)

quella do ogni essere umano

rosellina dice: (23:39:46)

credo

rosellina dice: (23:39:54)

ragnatela socilale

bird dice: (23:40:07)

ah me fanno tanta tristezza

rosellina dice: (23:40:11)

ragnatela rapportuale

rosellina dice: (23:40:15)

palcoscenico

bird dice: (23:40:18)

però a volte è vero che possono essere utili

rosellina dice: (23:40:19)

ruoli

bird dice: (23:40:57)

io all’inizio mi ero fatto feisbuc per stare in contatto con i miei amici di reggio

bird dice: (23:41:16)

però mi sentivo un po cosi…

rosellina dice: (23:41:20)

a me scoccia essere cercata da persone che ho deciso di nn frequentare

bird dice: (23:41:27)

brava

bird dice: (23:41:30)

esattamente

bird dice: (23:41:49)

io sentivo una cosa strana

bird dice: (23:42:20)

mi sono cancellato una prima volta

bird dice: (23:42:37)

poi ho conosciuto una ragazza a nizza

bird dice: (23:42:42)

che mi piaceva tanto

bird dice: (23:42:46)

mi sono rimesso

bird dice: (23:42:49)

per lei

bird dice: (23:43:39)

e or da qualche giorno

bird dice: (23:43:44)

mi sono ricancellato

bird dice: (23:44:11)

questa è una delle mie preferite di de andrè

bird dice: (23:44:17)

A cimma!

bird dice: (23:44:21)

fantastica

rosellina dice: (23:44:55)

io mi farei l’account se potessi usarlo con la stessa discrezione di msn

bird dice: (23:45:10)

infatti messenger

bird dice: (23:45:25)

lo uso per questo

bird dice: (23:45:41)

perchè è un po più “intimo”

bird dice: (23:46:31)

oddio è vero che anche su messenger ho fatto danni…

rosellina dice: (23:46:52)

cioè?

bird dice: (23:47:26)

cose tristi

bird dice: (23:47:30)

:d

bird dice: (23:48:01)

ma sai che quasi quasi pubblico tutta sta conversazione sul blog

bird dice: (23:48:09)

:d

rosellina dice: (23:48:40)

no va

rosellina dice: (23:48:42)

bird dice: (23:48:48)

ahahahahahahaha

rosellina dice: (23:49:41)

domani che farai?

bird dice: (23:49:49)

dormo

bird dice: (23:50:15)

tutta la giornata

bird dice: (23:51:00)

tu che fai?

rosellina dice: (23:51:11)

di mattina dormo

rosellina dice: (23:51:15)

sicuro

rosellina dice: (23:51:36)

se c’è una bella giornata volevo fare colazione a mondello

rosellina dice: (23:51:49)

poi dovrei vedere degli amici

bird dice: (23:52:57)

sto rileggendo la conversazione

bird dice: (23:53:04)

troppo bella

bird dice: (23:53:13)

ho deciso la pubblico!

rosellina dice: (23:53:17)

no

bird dice: (23:53:17)

:d

rosellina dice: (23:53:20)

non

rosellina dice: (23:53:25)

devi farlo

bird dice: (23:53:33)

:d

bird dice: (23:53:40)

perchè mica ti conoscono

rosellina dice: (23:54:23)

nn importa

rosellina dice: (23:54:39)

è una conversazione privata

bird dice: (23:55:52)

però siamo due grandi liberi pensatori

bird dice: (23:56:09)

dai è troppo bella…

bird dice: (23:56:26)

mi sto pisciando dalle risate

rosellina dice: (23:56:44)

anch’io ho riso

bird dice: (23:56:54)

:d

rosellina dice: (23:57:03)

cmq

rosellina dice: (23:57:16)

abbiamo passato il sabato sera insieme

bird dice: (23:57:27)

si vero

bird dice: (23:57:35)

io sono già a letto

bird dice: (23:57:48)

quasi dormiente

bird dice: (23:58:03)

e macbird ora mi passa peter gabriel

rosellina dice: (23:58:06)

io adesso sistemo un pò di cose

rosellina dice: (23:58:20)

e ci vado anch’io

bird dice: (23:58:26)

ok

rosellina dice: (23:58:42)

ci vediamo presto….

bird dice: (23:58:46)

allora arriverderci in calabria tra una settimana

rosellina dice: (23:58:59)

ciaooooo

bird dice: (23:59:01)

eh intanto vedremo i commenti sul blog

rosellina dice: (23:59:04)

un bacio

bird dice: (23:59:05)

;)

rosellina dice: (23:59:14)

noooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo

rosellina dice: (23:59:19)

imperativo

rosellina dice: (23:59:20)

no

bird dice: (23:59:22)

ahahahahahahahahahahhahahahahaaaaaaaaaa

bird dice: (23:59:27)

:d

rosellina dice: (23:59:44)

guarda che pubblico che tue foto tristi

rosellina dice: (23:59:53)

o le tue tristi foto

bird dice: (23:59:57)

:d

rosellina dice: (00:00:03)

ah ah ah ah

bird dice: (00:00:09)

ciao ro

bird dice: (00:00:16)

sei trooppo

rosellina dice: (00:00:18)

ciao bird

bird dice: (00:00:21)

forte!

rosellina dice: (00:00:37)

anche tu amico!!!!!

bird dice: (00:00:44)

;)

rosellina dice: (00:00:48)

amico bird

bird dice: (00:00:54)

;)

rosellina dice: (00:01:09)

;)

Categorie:Argomenti vari Tag:

l’uomo che suona il basso dei grandi

13 Agosto 2010 2 commenti

Niente concerti. me l’ero promesso!

nel senso che non avevo deciso di non andarci mai più . sarebbe stato impossibile per me. ma avevo deciso di non scriverne. non che io non ne abbia avuta la possibilità… anzi, ripensando luglio per me è stato pienissimo di musica come non mai. E che musica!

Cosi… senza nessun motivo particolare. forse perchè nella prima fase di vita del blog avevo scritto un po troppo di musicalibriflm. E benchè rimangano tutt’ora le mie “droghe” principali, alla fine scrivere delle stese cose un pò mi annoia. pur sapendo che non sarà mai la stessa cosa… sono banale lo so! però per una volta tanto voglio farlo e raccontare di un concerto e di un artista che mi ha veramente “spiazzato” e che per me ora penso, sia bello raccontarlo ( e scriverci).

Il muicista in questione è Dominique Di Piazza che per l’occasione accompagna Antonio Faraò al pianoforte, e Andrè (Dede) Ceccarelli alla batteria. Sconosciuto, magari,  a tanti ma per chi ha suonato, suona, e ama il basso elettrico è un grandissimo punto di riferimento. soprattutto per gli amanti del jazz.

La storia di dominique di piazza è una storia molto particolare. poichè fino a pochi anni fa, anzichè a suonare nei grandi teatri del mondo con i più grandi musicisti, lo si poteva trovare a celebrare messe, essendo lui stesso un pastore protestante. e di questo suo lato spirituale vi posso assicurare che si sente tantissimo nella sua musica e di come lui sta con la gente… l’altro aspetto che salta agli occhi (e alle orecchie) degli appassionati è sicuramente l’influenza che jaco pastorius ha avuto sulla sua musica. ma parlare dell’influenza di jaco sui bassisti è come parlare dell’influenza che ha avuto Maradona negli vita degli appassionati di calcio napoletani. (non so spiegarmi come mi sia venuto questo esempio…) E anche questa un’altra cosa noiosa! anche se per lui è differente. Da Dipiazza si sente che non è proprio “pastorizzato” perchè lui lo interpreta con la sua particolare tecnica di arpeggio (essendo stato chitarrista classico) che fa dell’uso del pollice e dell’anulare un pioniere. Soprattutto quando parte con i suoi assoli “fluidi”. E’ impressionante come scava, “solca” (groove appunto) la tastiera. E il suono che ne esce è di una pulizia unica. Pane e vino (e carne) per i puristi del suono. Non mi impressionerei se trovassi qualcuno che sappia riconoscere tutte le note dei suoi assoli.

“la scena del concerto si presenta veramente inusuale “per me”: Sciccosissima. Anfiteatro del mare di Cap D’Ail. Spiaggia ad ovest di Montecarlo. Accanto a me due signore sulla cinquantina profumatissime da fare venire il mal di testa. un po, forse, troppo in tema con il titolo della serata. “profumo di donna” Davanti a me, un più avanti vestito in lino bianco Jhon Mclauglin: Un MITO. chitarrista di MILES nel suo periodo elettrico. quello di In a Silent Way e Bitches Brew. il suo stesso nome da il titolo ad un pezzo del disco. Ho detto tutto! Ogni quattro poltrone c’è un piccolo tavolo con una candela profumata e vassoi di pieni di ghiaccio con bottiglie di Champagne. Personalmente non sono abituato. Non allo Champagne, ma a questi posti. Oddio un po anche allo champagne. ho “vissuto” concerti jazz nei posti più disparati. Teatri, locali di tendenza, bar, piazze, colline, pinete, sagrati delle chiese, strade chiuse al traffico per l’avvenimento, persino grandi stazioni del treno nel viavai dei viaggianti. Ma questo “ambiente”proprio mi mancava.”

Dopo qualche minuto di attesa scandita dal sottofondo del disco “Let the juice Loose” di Bill Evans (non il pianista, ma il sassofonista) quello in cui sleppa Darryl Jones appunto (non scappa niente a bird!) arriva il presentatore che annuncia che il concerto avrà qualche minuto di ritardo. E il motivo è che i musicisti non si erano ancora presentati. il pubblico rumoreggia. E già in questo capisco che non è un gran pubblico di intenditori. infatti loro tre sono proprio di fianco al palcoscenico che ridono piacevolmente… Divertiti!

Pianoforte a sinistra, Basso elettrico al centro e Batteria a destra. Dalla vista del pubblico. Al contrario dal lato musicisti. Sfondo palcosenico in tessuto nero sventolante per la leggera brezza che provoca il mare…  la scaletta è quella del disco “Profumo di donna” di Antonio Faraò. e loro sanno veramente regalare attimi di grande jazz.

Dopo il concerto visto la distanza, il posto, e i musicisti e un po intimorito dal mio francese, non proprio perfetto (e in più c’era la variabile emozione che poteva giocare un brutto scherzo)… mi avvicino ai tre. il primo con cui riesco a parlare è antonio faraò con il quale riesco a scambiare qualche battuta in italiano, mentre nel frattempo la moglie (credo) si avvicina con un bimbo piccolo in braccio che poi lo cederà ad antonio stesso.

dopo di lui mi avvicino a Monsieur Dipiazza. alcuni ragazzi mi precedono e scambiano con lui delle battute. Capisco che per lui sono ragazzi famigliari. Lui, in particolare ad uno di loro, gli dice qualcosa sull’amplificatore… però non capisco tanto bene. Eh dopo finalmente tocca a me…

bird: Monsieur Dipiazza, je ne connais pas trop bien le français mais je pense que vous etes un bassiste formidable…

Dipiazza: “ah no no.. c’est pas vrai”.

ma la cosa più bella è che lui appare proprio imbarazzato. abbassa lo sguardo e il suo sorriso svela tutta la sua timidezza… non ci posso credere! e lo incalzo!

bird: no no c’est vrai

Dipiazza: “mais no il y a beaucup des bassiste fromidable… mais tu… sei italiano?”

e a quel punto mi sono illuminato d’immenso…

bird: ma lei parla italiano?

Dipiazza: un poco… ti ho sentito parlare in italiano con antonio prima… io ogni tanto vado a fare la spesa in italia quando mi trovo a roquebrune… ma mi piace tanto l’italia. e poi ho suonato con tanti musicisti italiani… e continua a sorridere! antonio è italiano e dede pure ma lui vive in francia…

Noooooooooooooooooo non riuscivo a crederci!

bird: ah bene allora possiamo parlare italiano?

nel frattempo arriva un signore con un bambino di 8-10 anni con una montagna di capelli biondi in testa.

Dice che il figlio suona il basso e che vorrebbe fare una foto con lui. Dipiazza accetta volentieri con molto entusiasmo. e poi caccia il basso che aveva messo nella custodia e che stava tenendo sulle spalle. FANTASTICOOOOO. il mio cuore, di fronte a questa scena, diventa un vulcano di miele. poi inizia a dialogare col bambino. inizia a fargli delle domande tenere. il bambino risponde ogni domanda con un SI oppure un NO tipico dei bambini imbarazzati… la mia ammirazione nei suoi confronti raggiunge livelli altissimi! Che persona Bellissima! lui continua a sorridere…e poi gli chiede se vuole provare a suonare il suo basso. il bambino risponde dicendo di NO…. Ma come??? va bene che è che un bambino, va bene che è pure imbarazzato, ma come cavolo fai a dire di NO! miiii che nerviiiiii!!! il padre, imprecando per il rifiuto, si gira verso di me parlandomi francese divertitoincazzatodeluso col proprio figlio…

al figlio sembra, di colpo, essere  tornata la voce dicendo al padre che quello era un basso diverso dal suo… “Questo basso è diverso dal mio… è da grandi non lo vedi?”

e il padre incredulo: “Perchè?”. E il figlio “ ha cinque corde e il mio invece ne ha quattro”

e tutti a ridere come gli scemi! ma poi Dominique da persona immensa si inginocchia per terra ad altezza bambino (ad altezza basso) e gli spiega la differenza… Dio mio quant’è grandeeeeeee… non possiedo più aggettivi per descriverlo!

mi ritorna in mente un’altra scena simile… una volta mio fratello Claudio rifiutò una polo ufficiale della Ferrari perchè c’era la dedica gigante “A Claudio” autografata da Massa, il piltota ferrari. Per lui quello era uno scarabbocchio e, quindi,  aveva sporcato la maglietta… Rivedo ancora la faccia della persona che gliela aveva regalata pensando di fargli un grandissimo piacere… quante risate!!!

dopo un po riecco Dominique assieme al bambino e dopo aver dialogato con il padre un po ricevendo i complimenti anche da lui si avvicina verso di me… e ancora sorridendo mi chiede…

Dipiazza: comment t’appelle? (qual’è il tuo nome?)

bird: Andrea…

Dipiazza: Mais tu parle très bien français… (ma lo parli bene il francese)

bird: oueeeeee… un petit peu… (si, un pochetto) …dipende dalle situazioni volevo aggiungere

Dipiazza: mais tu joue la basse? (suoni il basso?)

bird: nooo… nooo… (imbarazzatissimo)… oueee un petit peu (non riuscivo a dire nient’altro, o forse, la verità è che volevo dire un casino di cose… insomma tanta era la mia confusione in testa, )… mais j’adore le jazz!!! (ma adoro il jazz)

Dipiazza: ça c’est sure!!! (ah questo è sicuro!) sorridendo!

iniziano ad arrivare altre persone ed io sento che sia arrivata l’ora di non infastidire più e di andare e poi, mi sento abbastanza pieno…

lo saluto stringendogli con entrambi le mani la sua e  dandogli appuntamento al moods (jazz club di montecarlo) per il 5 di ottobre… (non mi scappa di sicuro!)

e lui sorpreso mi dice “ok t’aspetto!”

contaci amico! “CUMPARI” BERD per questo cose è sempre pronto!!!

Anzi, quando in giro ci sono queste cose, bird COMPARE sempre.

come sempre buon tutto! bird

Categorie:Argomenti vari Tag:

in preparazione…

5 Luglio 2010 2 commenti

Lo zaino l’ho appena messo a posto. Un paio di pantaloni. Due magliette, due paia di calzini, due di boxer e un’asciugamano! Metterò le “reggine” adidas nere. Quelle che l’altro giorno mi hanno stupito perché non le ho riconosciute. Stranamente ristrette. Ora però le cose vanno meglio. Ci siamo riabituati! Un po come succede ai bimbi piccoli quando non vedono per tanto tempo una persona. Hanno bisogno di un po prima di potersi (ri)fidare… E poi i miei vecchi levis straconsumati! E su questa scelta non ho avuto dubbi. Mi sento al sicuro indossandoli. Unico libro il manuale di 3ds max che sto leggendo in questo periodo per la preparazione al corso  di Lecco che farò fra due settimane. Una settimana in riva al lago a smanettare su 3ds max! Sarà divertente! E poi una piccola guida dello studente del DAMS di Genova. Della Genova di Faber, Tenco, Fossati, Renzo Piano, della Nanda, di Boccadasse, e anche un po mia. Adozione a distanza!… Chissà magari….

Niente macchine fotografiche! Non c’è niente, in questo caso, che valga la pena di immortalare fisicamente! Tutto resterà scolpito nella memoria: “Le mie immagini per quando sarò VECCHIO!” eh niente musica! Ormai è da troppo tempo che ho dichiarato guerra agli ipod. Mi piace viaggiare guardando fuori dallo finestrino e magari chiacchierare un po… la riviera lo merita!

partirò alle 9.05 e arriverò a Milano alle 12.55. e poi da li proseguirò verso Venezia… ops… MESTRE! Mangerò strada facendo, quando avrò fame. Quando ne avrò voglia! Non so ancora dove dormirò. O meglio so che dopo il concerto andrò verso la stazione. Li aspetterò il primo treno verso Milano (5 e mezza di mattina), e poi, ritorno verso la riviera ligure.  Non so se scriverò qualcosa su quello che avverrà. Non so se sarò capace. Non so se ne avrò voglia.

“Accade quello che deve accadere”

So invece che ho bisogno di un tempo giusto, necessario, da dedicare a “queste cose” affinchè io ci arrivi per bene. Cosi è stato anche questa volta! Cosi è sempre stato per me! Cosi sarà! L’energia del prima: entusiasmo della preparazione; i preliminari prima dell’orgasmo, della eiaculata finale in cui pensi di toccare il cielo. La costruzione: il percorso è importante!

Mi viene in mente “Costruire” il pezzo di Niccolo Fabi…

Stamattina ho letto sul giornale quello che gli è successo. Dio mio che cosa assurda! E’contronatura un padre che vive la perdita del proprio figlio! Non so dire altro…

Chissà se la (sua) musica sarà all’altezza di confortarlo.

Nella mia testa c’è tanta curiosità. Come sempre! La solita (mia) tipica, e la voglia di ricercare quel suono, e quella voce. Anzi la VOCE! C’è di sicuro la consapevolezza che vivrò ancora una volta un esperienza che in ogni caso sarà unica. Irripetibile!

Da solo in compagnia di me stesso. Quello dal quale cerco, invano, di scappare. Quello che spesso mi danno perché non riesco a trovare! Senza Marco! Senza Massimo! E senza tutti gli altri che avrei voluto che fossero con me (sono tanti!). e un po forse di questo sono incazzato! E un po di per questo sono pure eccitato

Ripenso spesso a Parigi e al concerto Peter Gabriel. Non so perché ma mi ostino, a ricercare e credere che ci siano delle similitudini… boh…rileggo le cose che ho scritto in quel periodo però non li ritrovo tanto con quello che ho vissuto…  ero davvero IO? non tutto quello che ho scritto mi rappresenta a pieno!

“e quello nello specchio chi è?”

avevo preparato un po di cose su quello che volevo scrivere, foglietti sparsi, appunti volanti eh invece… tutt’altro!!!

“accade quello che deve accadere”. Di nuovo: l’ho già scritto. Ma vale sempre!!!

Altro che rifugio … la SCRITTURA è una GUERRA! IN ALTO MARE! Forse necesaria, ma pur sempre devastante!  Eh comunque, è sempre dolce naufragar…

buontutto bird

Claudio: “Andrea chi fai?”

Andrea: “Scrivo.”

Claudio: A chi?

Andrea: A nuju… cosi…

Claudio: A nuju??? E pecchi???

Andrea:  pecchi mi piaci…

Claudio: comu ti piaci? (sorridendo)

Claudio: “ Andrea… ma regali?” (riferendosi alla moleskine rossa)

Andrea: “ E ca voi? Tu non sai u scrivi?”

Claudio: “mi piaci ch’è russa… “

Claudio: “Andrea… però pozzu disegnari …”

Categorie:Argomenti vari Tag:

un invito speciale

7 Giugno 2010 Commenti chiusi

Oggi pomeriggio il mio amico BIG mi ha scritto una email bellissimadivertentissimaediciamofondamentale almeno per quanto riguarda me, marco, e il big stesso (io e loro sappiamo) nella quale mi (ci) invitata ad un’evento importante. Io, pubblicandola, rigiro l’invito a tutti voi amici del birdland… se volete unirvi a noi fa solo piacere!!! Di sicuro!!! perchè per noi “chiu simu e megghiu stamu”…

Ciao Macca!!!
1) Non rispondi alle e-mail, va be che ora disegni per Alain Ducasse, ma quando ti scrivo io è un evento, e questa è pure la seconda volta in pochi giorni!!! (evento epocale simile ad un concerto dei Pink al completo).
2) Ho sentito Marco (il noto rom molochiese chi rridi sempi)… senti questa io il 6 e 7 ho una riunione a Milano, l’idea sarebbe di vederci li affittare un apecar e dirigerci a Mestre, ci spariamo il concerto dei Pearl, rientro in nottata a MI, così il mattino nella rinunione gli mimo Pure gli assoli di Gossard!!! Che ne dici???
3) Se non rispundi ti rrobbu tutti i cd!!!
4) N’TO’ MAZZU!!!

pearl jam pistoia

Categorie:Argomenti vari, Musica Tag:

La rossa e il nero. Primo breve racconto dalla Francia

30 Marzo 2010 6 commenti

birdblog

Sono ormai due mesi che vivo e lavoro a Nizza. E di giorno in giorno la Francia mi sta entrando sempre di più “dentro”. Una lingua e una cultura nuova, un modo di fare completamente differente da quello da dove sono arrivato. Nella vita e nel lavoro. Di fatto c’è da dire che non mi trovo male. Anche se per me non è tutto facile. Certo, mi mancano un po di cose dalla mia Calabria e alle volte la nostalgia la sento. Pero mi sento molto stimolato giorno per giorno nel lavoro come nella vita. E poi è strano a dirsi ma, per quel che mi riguarda, mi piacciono le pressioni. Non so perché ma rendo di più. So bene che è complicato come concetto, ma è la verità. Sto bene, lo posso dire! O meglio sto bene a sapere che ogni giorno imparo sempre cose nuove! Però è pur vero, come dicevo prima, che qualcosa mi manca. Qualcosa che nella mia vita è sempre stata presente come una cosa naturale. O meglio “mancava”!

E a pensare che tutto è iniziato qualche mese fa…

Era una sera di novembre ed io stavo rientrando al mio paese con il mio amicofratelloliberopensatorecustodedellemiecosepreziose (io e lui sappiamo) e soprattutto straoridinario talento musicale TuriBova. Eravamo in macchina lungo la mia statale “magica” che porta da Reggio Calabria fin dentro la piana di Gioia Tauro, passando da Scilla e Bagnara salendo su su fino al Sant’Elia (ecco questa è una della cose che mi manca). Mi è sempre piaciuto fare questa strada. Mi rilassava guidare li. E, certe volte, la vista dello stretto da quella visuale mi lasciava dei veri e propri nodi in gola. Come spesso ci capitava, (ci capita tutt’ora che siamo distanti più di 1600 km) eravamo immersi nei nostri discorsi mitici e metafisici sulla MUSICA…  “ oh senti questo… ti piace? No… non tanto… e questo… no no.. mi fa cagare… e questo accordo? Facile E’ un Simin7 suonato al settimo tasto… si cose di questo tipo… ad un certo punto io presi uno di quei pochi miei ciddi che mi erano rimasti in macchina preso dalla voglia di fargli sentire una cosa per me unica. Uno dei miei dischi preferiti (la lista è lunga però… chi mi conosce lo sa bene). Lo volevo sconvolgere, al mio amichetto talentuoso! appeno messo sullo stereo il ciddi prese a saltare o peggio a emettere strani rumori totalmente estranei al disco stesso. Non erano effetti nuovi. Erano delle imperfezioni del disco. Un disco in mp3. Io ovviamente non rimasi indifferente e presi il ciddi e lo buttai dal finestrino con la macchina in piena corsa. Beh si lo so che non è stato proprio un gesto educato ed elegante. Però non potevo sentire quella cosa! Arrivato a casa mi venne (ahimè) la voglia di aprire, dopo 8 mesi circa, i miei ciddi originali. O meglio le custodie dei ciddi. Per sapere quali dischi io non avevo più. Beh ci rimasi veramente male e innervosito dalla reazione presi tutti ciddi mp3 e li buttai nella spazzatura… capi’ subito che si stava aprendo per me un periodo davvero duro dal punto di vista musicale, (e anche personale) che mi avrebbe segnato…

È giovedi sera ed io stasera rientro prima dal lavoro. Finalmente siamo riusciti a smaltire un po di cose arretrate e il cantiere di Monaco, soprattutto, non ci appare più come una minaccia. C’è ancora tanto lavoro e le tensioni non sono affatto passate, anzi, a volte i giorni sono veramente pesanti soprattutto ora che la data del 10 aprile, (giorno dell’inaugurazione del ristorante) si avvicina sempre di più. Però nell’ultima settimana è pur vero che riusciamo a respirare meglio. Io più degli altri. Perché arrivare in uno studio grosso straniero in piena “crisi di tempi” non è proprio il massimo. Lingua, programmi al computer, e metodo di lavoro nuovi fanno tutto il resto Però, come dicevo prima, mi piacciono le pressioni. Mi costringono a cercare le soluzioni. Pur sapendo che non sempre ci riesco (quasi mai!).

E’ una bella serata, la primavera sembra aver fatto una bella sorpresa  alla costa azzurra. Cammino per Nizza, in compagnia di me stesso cerco distrazioni guardando le vetrine dei negozi. Non che io abbia voglia di fare shopping. Ne ho gia fatto abbastanza per quest’anno. Stranamente stasera mi sento più rilassato. Più che altro, forse, semplicemente mi viene voglia di passeggiare lungo questi fantastici boulevard. O più semplicemente, mi viene voglia solamente di perdere tempo. Passo davanti ad un negozio per me molto particolare. “Croce e delizia da sempre della mia anima”. E’ strano! Tutte le volte che ci venivo da “turista” questo era il primo negozio in cui mettevo piede. Molte volte partivo appositivamente dalla bella liguria per venire e fare un giro qua dentro. Eppure da quando ci abito non ci sono mai entrato. Ed è sotto casa mia! Non riesco a dare spiegazioni. Non ne ce ne sono. Ma non è una cosa strana! Questa strada, poi, è quella che faccio tutti i giorni abitualmente per andare al lavoro! Di mattina quando ancora è tutto chiuso e Nizza si è svegliata da poco; e di sera quando invece a quell’ora si riempie di gente perché tutti rientrano, oppure, vanno a fare shopping: Avenue Jean Medecin ovvero la strada che taglia Nizza dalla stazione centrale fino a Place Massenà. Tutta pedonale e piena di negozi “sciccosi”. I musicisti e gli artisti di strada assieme al suono particolare del clacson del tram e al odore dei caffè francesi, non fa che dargli quel tocco in più di romanticismo ed eleganza tipico alla francese! Però stasera cambio atteggiamento e decido di entrarci. Sento che c’è qualcosa che mi dice di fare cosi. L’orario poi me lo consente, non è tardissimo.

Giunto all’ingresso cerco di defilarmi subito al primo piano. Lo conosco a memoria e so dove voglio arrivare. Ma ad un certo punto mi fermo di colpo. Sorpreso, inchiodato, imbarazzato, SCOPERTO. Non ci posso credere!  Sperando che sia solamente un caso. Un’altra “ennesima coincidenza” . cerco di defilarmi per cercare di capire qualcosa di più. Ma che cosa devo capire? Trovo una poltrona libera e mi ci siedo e inizio a scrivere qualcosa senza senso sulla mia nuova moleskine

“Nizza. Fnac. Ore 19.19. Seduto ad ascoltare imbarazzato. Accanto a me una ragazza col cappotto rosso che legge Jean-Paul Sartre. Mi piace il rosso del suo cappotto lo trovo molto elegante. E non è solo una questione cromatica. Mi piace proprio il suo cappotto. Rosso come quello di Karolina. Rosso: il colore dei palazzi di Nizza vecchio e del porto. E di place massena. Il colore di chez pipo: il mio ristorante preferito di nizza. Il colore di Nizza di notte. Nizza: la bella! Nizza : la rossa! Aggiungo io! mi sento fuori luogo a vedermi vestito tutto di nero accanto a lei. Forse sono fuori luogo qua dentro? Il rosso e il nero. I miei colori preferiti di quando ero bambino. I colori della mia squadra del cuore. Quella in cui sognavo di giocarci. Ora non mi dicono niente. Anzi si… il colore della mia barba e dei capelli delle mie piccole Virginia e Aurora. E anche di molti miei capelli! La mia natura che gioca…. Il rosso e il nero. Stendal! Il rosso e il nero: la copertina del disco “la scala” di keith jarret” e di un altro di paolo fresu e devil quartet… ma che senso ha? Sento che sto scrivendo cazzate e poi questa nuova moleskine non mi piace tanto ha le pagine più chiare e meno spesse dell’altra. Si, ho sbagliato colore. Doveva prenderla rossa. E poi le pagine sono troppo sottili si vede! ne sono sicuro! Forse sto cercando di perdere tempo? Spero che non ci sia tutto il disco intero che suona ma solamente una selezione casuale che i moderni impianti riescono a fare! uno scherzo tecnologico! Non mi piace pensare che l’hanno messo tutto a girare in questo posto. Non so perché. Eh poi perché questo brano? Non è il singolo del disco e non è nemmeno tra i più conosciuti del disco. Non è una soluzione casuale. Ne sono certo! E, secondo me, non è un disco da mettere in un grosso centro commerciale musicale. Anche se è grande e assortito come questo. Ma questo è un altro discorso. Sono GELOSO di questo disco. Eh basta! Questa è la VERITA’ “

questa volta ci ho preso! Dentro c’è tutto il disco intero. Lo capisco dal fatto che la musica non è affatto cambiata al passaggio da un pezzo all’altro.

Basta!

Voglio andare a casa

Togliermi questa divisa

E abbandonare lo show.

Ma sto aspettando in questa cella

Perchè devo sapere.

Sono stato colpevole per tutto questo tempo

Li sento i passi. Marciano a ritmo di danza. Tipico da walzer. Una marcia e una danza a me molto familiari! E come se li sentissi venire verso di me. Quasi a prendermi. Sento la porta che si apre. Il tipico rumore delle cerniere mal oleate. Rivedo le scene del film. Come se l’avessi visto ieri sera. E invece è passato tanto tempo da quando l’ho visto per l’ultima volta. Ma non l’ho proprio dimenticato. E come farei a dimenticarlo! E’ impossibile!!! Sento una fortissima sensazione che mi assale. Mi parte da dietro alla nuca e mi arriva ai piedi per poi tornare di nuovo indietro come un flusso innarestabile. Non la so spiegare. Capisco che non la posso fermare. Eh forse nemmeno lo voglio. E’ un fiume che mi sale dentro. Peggio! anzi meglio! E’ uno tsunami che distrugge. Ormai ci sono. So che sarebbe successo prima o poi. E’ la mia natura e non posso proprio evitarla. Mi sento irrequieto. Riscopro questo stato d’animo che pensavo di aver perso. Mi sento arrabbiato! Avrei voglia di spaccare qualcosa. Continuo ad ascoltare. Quella voce, quelle parole quel suono. Conosco tutto perfettamente. Le parole dette in una lingua a me sconosciuta, mi sono chiarissime. Familiari! e soprattutto quel suono! Ormai “scappare” o rimanere fa poca differenza. Sento il richiamo selvaggio. Quella della foresta come direbbe il mio amico Marco. Sembra essere tutto per me. Mi sento come se fossi da solo al buio. Eh invece c’è tanta gente attorno a me.

“sono nervoso… ”.

Questo è quello che leggo ora dalla moleskine. Dono della sintesi. Finalmente. Purtroppo!!!

Schizzo senza nemmeno rendermi conto una effe. Si proprio la EFFE di finestra,fnac, fannullone, fermaglio, fellini, francia, ferro, faro, farro, falò, faccia, fabbricato, favola, fica, fattore, fabrizio (de andre) forza, fattoria, forbice, film, fiamma, famelico,falso, fender… si penso proprio che sia la EFFE della FENDER. E’ chiarissima… non riesco a spiegare quello che ho dentro. Se solo avessi la persona giusta qua al mio fianco sono sicuro che inizierei ad essere logorroico. So solo che sento molto calore e questo nodo alla cravatta è troppo stretto”

Seduto in un bunker qui dietro il mio muro

Aspetto che arrivino i vermi.

perfettamente isolato qui, oltre il mio muro

Aspetto che arrivino i vermi.

Contiuno ad ascoltare e rifletto su quello che sento…

Mi sento anch’io un soldatino e l’abbigliamento che porto non fa che confermarlo. Scarpe nere alte fino alla caviglia. Pantalone nero. Camicia bianca. Gilet in lana nero e cravattino nero. Cappotto nero. Il bianco e il nero. La notte e il giorno. Il male e il bene. Contraddizione o eleganza? forse la conferma dell’assenza del colore nella mia vita? Boh… no no… non è proprio cosi! Di sicuro so che farei molto contenta mia madre se mi vedesse vestito cosi. A lei darei l’aria da bravo ragazzo. O forse avrebbe qualcosa da dire visto le associazioni che fa al colore del nero!

La parte del processo: micidiale!

Mi sono sempre chiesto come sia stato possibile pensare e scrivere quelle cose. E poi musicarle. Forse è la prima volta che suona una vera e propria orchestra su un disco rock.Che genio!!! Ascolto e (me la ) canto. Sottovoce nella mia mente! A modo mio! Non voglio disturbare!

La commessa mi riporta alla realtà con la sua cortesia professionale. Mi chiede se può essermi utile. Io le sorrido e con altrettanta cortesia rispondo di no e ringrazio! lei mi incalza dicendomi che ci sono in catalogo delle offerte imperdibili ch non dureranno molto. Io rispondo che sicuramente, dopo avrei dato un’occhiata. Lei sorride e si allontana. Forse infastidita! Capisco che è arrivata l’ora di (ri)prenderlo. Che tutto questo tempo è stato sufficiente! mi avvicino al banco e chiedo cortesemente, nel mio francese, se posso comprare il disco che c’è nell’impianto! Il cassiere mi indica il reparto dove si trova, ma io con faccia tosta, cercando di non essere sgarbato, come qualche attimo prima, gli chiedo se posso comprare proprio il disco che c’è la dentro. Quello che sta suonando nell’impianto per intenderci. Rischio! Non voglio un altro uguale. Perché per me non c’è un altro uguale! Lui incredulo tenta di capire. Mi dice che non mi conviene. E intanto si avvicina la commessa di prima. Lui gli spiega tutto e lei risponde “ah bien…tout a fait!” e mi sorride. Mi spiega che quello lo stanno usando in quel periodo nel negozio per farlo sentire come sottofondo alla gente. Io mi sento un po disarmato, perchè penso a come fare a spiegargli tutta una serie di motivi:

Lo sai che cosa ha rappresentato questo disco nella mia vita?

lo sai che cosa rappresenta per me stasera?

lo sai che non riesco ad ascoltare musica da un bel periodo?

Lo sai da quanto non compro un disco nuovo?

Forse l’ultimo l’ho preso proprio qua…

Lo sai che significato ha per me riscoprirlo in questa città?

Lo sai che potrei parlartene fino a domani mattina di ogni pezzo. Raccontarti aneddoti, episodi, significati e tutto quello che si cela dietro? ah Se solo ne avessi il tempo…

Lo sai che conosco tutto di questo disco? Parole, significati, storie, riff di chitarra, linee di basso, musicisti turnisti che hanno suonato,

coristi, tecnici del suono, data di pubblicazione, (30 novembre 1978: S.Andrea… appunto) studio dove l’hanno registrato e tutte queste cazzate che hanno reso e rendono questo disco per me fondamentale e che mi renderebbero molto molto noioso se dovessi iniziare a parlartene?

Non mi rompere le palle e dammi sto cazzo di disco che c’è la dentro…

Ora capirete che dire tutto questo in francese non è proprio il massimo per me… chissà magari tra qualche mese ci ripasso…

Glisso subito con un sorriso e loro capiscono che di fronte hanno un mezzo pazzo e sorridendomi pure lei, la commessa di prima, mi dice “ok c’èst possibile” tradendo chiaramente le sue origini italiane. Prende il disco dallo stereo e sorridendo mi dice ” tu as de la chance. Il n’y a pas des traces. ” (sei fortunato non ha graffi) ed io penso: che bella fortuna del cazzo! Sarebbe stato più bello se fosse stato graffiato. Perché cosi magari pensavo che fosse stato vissuto. ma capisco che è meglio se sto zitto. Me lo porge dalle mani per far si che io stesso possa controllare. noto solo che è caldissimo e rispetto a quello vecchio che avevo ha una grafica differente. “colpa o merito” della rimasterizzazione che l’ha cambiato nell’immagine e ha ripulito il suono. almeno cosi dicono. Io dico che certi dischi era meglio se li lasciavano “sporchi” .

Pago, la ringrazio, e la saluto. Lei ricambia. Professionalmente! Cerco di arrivare subito a casa! Non ho voglia di perdere altro tempo. Lungo il, tragitto cerco di pensare a quello che potrei cucinare e alle poche cose (di sicuro) che ci sono in frigo. non mi va di rischiare e cosi capisco che è meglio se prendo una pizza al volo. Arrivo a casa e tolgo subito macbird dallo zaino. Cerco le mie casse quello che avevo nella mia casa di reggio e che mi sono fatto spedire appositamente da casa. Quanta musica hanno diffuso in passato e quanta ancora ne diffonderanno. Di sicuro! Sparo il disco nel mac e mi rilasso. Ascolto e continuo a rilassarmi.

Ehi tu, li fuori al freddo

Sempre più solo e vecchio

Puoi sentirmi?

Ehi tu, buttato li nel corridoio

con le gambe addormentate e la faccia sempre più triste

Puoi sentirmi?

Ehi tu, non aiutarli a seppellire la luce

non mollare, senza lottare.

Ehi tu, fuori li da solo

seduto nudo li al telefono

mi sfioreresti?

Ehi tu, con il tuo orecchio appoggiato al muro

In attesa di chiamare qualcuno

mi sfioreresti?

Ehi tu, vuoi aiutarmi in questa impresa?

Apri il tuo cuore, sto arrivando.

Ma era solo fantasia.

il muro era troppo alto,

cosÏ come puoi vedere.

Per quanto ci provasse,

Non riusci a liberarsi.

E i vermi gli rodevano il cervello.

Ehi tu, che stai li in strada

a fare sempre quel che ti dicono,

Puoi aiutarmi?

Ehi tu, li fuori oltre il muro,

che rompi bottiglie nel cortile,

Puoi aiutarmi?

Ehi tu, non dirmi che non c’è alcuna speranza

insieme restiamo in piedi, divisi cadiamo…

Lo ascolto tutto di seguito e dentro di me riaffiorano ricordi davvero forti.

Cose vissute, parole che pensavo di aver dimenticato. Ripenso un po a tante cose e di tanto in tanto prendo la chitarra che la mia sorellina ha voluto che io tenessi qua a Nizza. Per precauzione! Ma uso solo le prime quattro corde suonandoci sopra al disco le linee di basso. Quanto mi sarebbe piaciuto avere con me, stasera, il mio basso. Anzi no! So che è in buone mani e averlo “regalato” al mio amico Turi (quello di prima) prima di partire mi ha reso troppo felice.  Sapere che poi lo sta usando nelle sue serate musicali mi riempie di orgoglio. Eh poi lo sentivo perchè so che lui lo tratterà veramente bene! Mi fa piacere, comunque, notare che queste linee di basso non le ho dimenticate e che mi vengono naturali suonarle. Troppo bello! Decido che puo bastare per stasera! e mi viene voglia di fare quattro passi. È un po tardi, ma non ho sonno e soprattutto ho voglia di camminare. Arrivo subito a nizza vecchio passando per place massena attraverso le gallerie la fayette. Sugli scalini delle fontane di place massena giovani musicisti improvvisano jam notturne. Chitarre bonghi e armoniche. E tanto blues! Non mi soffermo molto , li ascolto solo di passaggio, ma abbastanza per dire che sono in gamba. Nella mia testa ho, ancora, quel suono! Tutto il resto è poca cosa.

Torno al lavoro il giorno dopo mezzo rincoglionito poiché la notte appena trascorsa l’ho passata a scrivere. Nella testa mi frullano tante cose. Cerco di stare concentrato ma non riesco a fare un granchè. I mei colleghi se ne accorgono. Karola mi riprende spesso e io le rispondo con un sorriso. Le dico qualcosa in calabrofrancese per farla ridere. Lei risponde con piccoli disegnini a fumetto attribuendomi frasi mai dette in francocalabroitaliano… sorride e mi manda a quel paese. Pace fatta! gironzalo tra i miei pensieri tutta la mattinata. Consumo più caffè del dovuto (non ne bevo mai!), per cercare di stare sveglio, attento, vigile, concentrato. Ripenso al disco e più in generale alla (mia) musica. Sento di essere ancora nervoso. Di cattivo umore. mi accorgo che mi mancano i miei ciddi lasciati a chissà chi a Reggio Calabria. Forse mi innervosisce il pensiero che avrei voluto decidere io a chi “regalarli”. Un po come ho fatto con altre cose prima di partire. E non che me li strappassero. Cazzo era la mia musica! E anche un po delle persone che ho voluto bene e che hanno condiviso con me cose importanti. E’ la prima volta, che sto veramente male all’idea che mi manchino, da quando me li hanno rubati e non so nemmeno spiegare il motivo. Ed è passato già un anno! Però, sorrido perché mi piace pensare che questo è il segnale che sto riprendendo ad alimentare il mio fuoco sonoro positivo. Le mie buone vibrazioni “puro nutrimento dell’anima e dello spirito”. Riescono ad emozionarmi le cose musicali che mi hanno detto in questi ultimi mesi persone a me molto care…

Il mio amicoprof. Alberto, e del mio amico Enzo. E quella telefonata poi alle 23 di notte non la dimenticherò mai! Gli sms di Turi che mi aggiorna sulle lezioni da enzo e poi chiede e da consigli musicali, i pezzi nuovi e le dediche di Dario, i pensieri di Dani e le mail di Bossella!!! rifletto e cerco… cerco… eh so già che non troverò niente…

Navigo nel mio hard disk. Un po mi fa paura sapere che c’è tutta questa musica qua dentro. Schematizzata come se fosse solo merce. Compressa. Costretta. Rinchiusa. Come sarebbe bello se esplodesse di colpo in un unico grande SUONO. Un mega Bing Bang sonoro e poi silenzio… e un grande spazio libero nella mia mente!

Continuo a cercare quelli giusti. Tanto lo so dove arriverò: Eccolo li! Il mio sciamano! Penso ai suoi occhi, alla sua vita, al suo suono! E gia mi viene la pele d’oca! Com’è possibile che ho fatto a meno di lui per tutto questo tempo. non ci posso credere. e continuo di nuovo a incazzarmi! Possiedo quasi tutta la discografia in mp3 a 80 kb. Ma come cazzo si fa? Non mi ricordo nemmeno quando l’ho fatta! Il nervossismo mi sale ancora. Nella mia collezione a Reggio ce n’erano almeno sette originali! Metto sopra We want miles e non riesco a sentire nemmeno le linee di basso. Il fender di Marcus Miller non sembra mai esserci stato su questi dischi. E allora la svuoto tutta nel cestino. Non me ne frega niente! È l’unica cosa che posso fare di rispettoso nei miei confronti. Non posso ascoltare Miles a 80 kb. Sono nervoso! Più della sera passata. Sono nervoso e irritabile! E irrequieto! Esco dallo studio e ripasso di nuovo dalla FNAC. La commessa della sera prima mi riconosce e mi sorride ironicamante, forse preouccupata! Io mi sento un po imbarazzato e vorrei tranquillizarla “Ehi mademoiselle je sort tout de suite ce soir!” je sais dejà quest-ce que doit prendre!

Stasera mi sento carico! Eccolo li! MILES DAVIS! Il mio sciamano. Quegli occhi mi sembrano dire: “ era ora, ti stavo aspettando!”. Il mio suono. La ricerca. L’arte sonora che diventa sublime. Di nuovo i suoi occhi. L’apice della (mia) piramide sonora. In a silent way. E bitches brew. miei dischi. Per stasera puo bastare. Anzi no. Ritorno indietro e prendo We Want Miles. E poi Peter Gabriel. In fondo il segnale di tutto questo casino è iniziato da quando ho saputo che monsieur Gabriel avrebbe suonato a Parigi… (wuaoooooo che concerto!!!?

Arrivo a casa e dopo aver fatto una doccia veloce riaccendo subito macbird e sparo i dischi la dentro. Le casse sono già in posizione…

OneTwo. OneTwo.

Provo il suono… regolo il sub! Ho voglia di sentire i bassi pieni. Pomposi. Come piacciono a me!!!

Traccia numero 1: SHHHH PEACEFUL. Disco: IN A SILENT WAY.

L’intro è da favola. Li immagino cosi: sulla sua sinistra. Al piano elttrico herbie hancock e chick corea. Giovanissimi. Diventeranno miti!!! E poi lui un altro genio musicale del secolo passato: direttamente da vienna  Joe Zawinul e il suo modo dannato di suonare l’organo. Di fronte wayne shorter al sax soprano. Sax e tromba si devono guardare. Eh poi john mclaughin giovane sbarbato, forse intimorito di fronte al mito. Ma con la chitarra in mano la musica cambia. Tra una ventina di giorni suonerà al conservatorio jazz di nizza. Ci sarò. di sicuro. E poi sulla sua sinistra la “dannata” sezione ritmica: tony wiliams alla batteria e Dave holland al basso. Anzi al CONTRABASSO!!!

One two. One two.

Dopo un’intro surreale si arriva al minuto 1 e 30 secondi dopo un intro sospeso tra accordi, piccoli soli, e arpeggi suonati ai vari pianofortiorganiechitarre…  eccolo qua che emerge dagli inferi curvo sulla sua tromba a cercare di trovare la nota giusta. Il suono è inconfondibile. Non è perfetto! Ma è il migliore!!! lo sciamano elettrico.

Quando apriva i suoi ultimi concerti Jaco Pastorius suonava dei veri propri rumori distorti ad altissimo volume fino ad essere veramente fastidioso per chi fosse li presente. E nessuno capiva il perché. Ma tutto questo aveva un senso. Jaco chiamava bird. si prorpio cosi. Lui chiamava lo spirito di charlie parker. E mentre lo faceva era veramente in trance. E a volte piangeva pure disperatamente.

Era una e vera e propria agonia vederlo suonare. Però dopo era qualcosa di incredibile. Chissà cosa pensava Miles quando improvvisava queste cose…

“Cazzo se rinasco voglio rinascere solo come un jazzista”. Grande lupo!

L’ascolto con molta attenzione, quasi come se fossi tornato vergine di fronte al corpo nudo di una bella donna. Sfoglio le copertine andando a cercare le “cose piccole”. Quelle che piacciono a me! quelle che non caga nessuno. Tipo la via dello studio di registrazione, oh i tecnici del suono, oh cazzate di questo tipo…  non ci posso fare niente, ma a me piacciono!!!

Ho deciso. Ricomprerò tutti i dischi originali. Ora che lo posso fare, lo farò! Non voglio più vedere mp3 in giro. Mi fa piacere che ho iniziato a ricomporre la mia discografia partendo proprio da questi. Forse non poteva essere altrimenti. Il primo ha abbattuto “il mio muro” e gli altri mi parlano accarezzando dolcemente la mia anima!

E come se li avessi riaccompagnati veramente a casa. Nel mio piccolo Studio (monolocale in francese) di Rue la Martine! E strano a dirlo ma da quando vivo nella bella Nizza, e per quanto io la ami, è la prima sera che mi sento veramente a CASA MIA… BUM BUM….

Da soli, o in coppia,

Gli unici che realmente ti amano

Passeggiano su e giù fuori dal muro.

Buontutto bird.

Categorie:Argomenti vari Tag:

questa è la mia casa…

12 Marzo 2010 Commenti chiusi

6, rue la martine Nice…  questa è la mia casa!!!casa blog

p.s. fotomontaggio veloce!!!

Categorie:Argomenti vari Tag:

Lettera a me stesso (e a tutti i me che si nascondono negli altri) [by S.B.]

24 Febbraio 2010 1 commento

Rabbia. Rabbia? Anche, ma non solo. Delusione. Delusione? Sì, anche, ma non solo. Più in generale… “più in generale?” fammi finire! Più in generale, tristezza. E non nel generale quello che fa la guerra, ma nel generale dell’esercito dei miei neuroni. Neuroni tutti a posto, onesti, con la coscienza pulita, l’anima in pace… ne son sicuro. Però, pensare ai neuroni dotati ognuno di una propria anima fa un certo effetto. Avranno davvero un’anima ciascuno? …E che me ne importa?! Avevo imparato dalla filosofia che non bisogna filosofare troppo. Pensiamo di meno. Ma sì, torniamo alle frasi confuse dell’inizio della lettera. Vuoto dentro me. Non troppo, per fortuna; ho ancora tutti gli organi, le ossa, i tessuti… almeno di questo son contento; c’è chi, ahimè, non ha a posto neanche quelli! Invece il vuoto che sento… è un vuoto d’affetto. Di affetto? Ma no, di comprensione, prima che di affetto. Anzi, d’incapacità d’esprimermi al volo, prima di tutto! Ricapitolando: non mi spiego al volo, non comprendo al volo, non sento affetto. Al volo? Ma no, l’affetto non vola!! Sento l’affetto che viene meno… che tipo d’affetto? Quello che ho avuto da sempre, che reputo il più grande e nobile che ci sia e che purtroppo possiedono in pochi, e io sto scomparendo dalla lista di quei pochi: l’affetto per l’umanità. Ho amato l’umanità, ma si è rivelata un’illusione, una storia impossibile. Troppe ingiustizie, troppe regole infrante, troppe azioni fuori dalla Morale e dal Rispetto. L’umanità non è stata capace di volermi così bene quanto credevo. E sbuca fuori la citazione laQualunquiana: via con un bel “nto culu a l’umanità!”. Non sono un eroe, non sono Gesù (anche se stranamente mi comporto pressappoco come lui), non sono miliardario per poter sfamare i bambini dell’Africa. So io chi sono (d’altronde sto scrivendo a me stesso) [e quindi?], e so a chi voler bene davvero. In primo luogo alla mia ragazza, che meriterebbe una bella tiratina di orecchie, ma che amo e amerò ugualmente tantissimo, e alla quale non dedico parole sulla sua meravigliosità in questa sede, in secondo luogo agli amici, quelli veri, pilastri della mia felicità anche nella più banale azione quotidiana del più banale giorno quotidiano (esiste un giorno non quotidiano?) (risposta alla parentesi di prima: no!), poi ai miei genitori, che mi hanno permesso di prendere la presenza in questa scuola continua che è la vita, ai grandi musicisti, agli inventori, agli onesti, agli artisti, agli gagli (aglie faglie del Kilimagliaro), insomma, a tanti ma non a tutti.
Carissimo, mi prendo una pausa, mi scoccio a scriverti tanto, dato che non so se se (ri)leggerai tutto. Alla prossima, stammi bene
S. B.

Categorie:Argomenti vari Tag:

le faremo sapere

7 Febbraio 2010 1 commento
Categorie:Musica Tag:

buon compleanno the koln concert

23 Gennaio 2010 5 commenti
Categorie:Musica Tag: